Perrone Silvia

Perrone Silvia Artista

 Perrone Silvia

la carismatica eleganza delle affascinanti figure femminili

Silvia Perrone è nata a Torino nel 1976.
Laureata in Economia e Commercio a Torino, ha da sempre avuto la vocazione di incamminarsi per il sentiero dell’arte, all’inizio accostandosi a corsi di pittura su ceramica a terzo fuoco e successivamente ad olio molle. Con il tempo cresce la passione di esprimersi come autodidatta nell’arte pittorica con colori ad olio ed acrilico su tela. Predilige dipingere fiori e figure femminili cariche di fascino proiettate verso una carismatica eleganza dove è coprotagonista sempre una viva luce quasi a voler sconfiggere le tenebre dell’ ”antiestetico”. Le opere di Silvia Perrone rivelano un animo ricco di sentimento poetico, affascinato dalla bellezza della figura umana che cerca di interpretare con autentica singolarità. Si tratta soprattutto di figure femminili di cui l’artista ricerca spesso il dinamismo, l’energia e la luce come elementi di un’impronta che si muovono sul supporto. La sua iconografia descrive una realtà riconducibile al vero interpretata con forti contrasti cromatici e chiaroscurali, volti a creare una particolare tensione emotiva. E’ una continua ricerca che tende alla perfezione delle forme, degli sguardi, delle armoniche anatomie, della delicatezza di volti e dai gesti che sono un tripudio all’estetica e alla sua sensibilità interiore. In quest’ambito, l’artista èPerrone Silvia Pittricerivolta alla ricerca di un mondo originale e personale, capace di fondere straordinariamente una sapiente scelta degli elementi figurativi fedele all’espressività nella quale da sempre crede, sempre in continua evoluzione. Possiamo dire che Silvia Perrone è l’artista della figura umana dove, partendo da una ricerca antropologica sempre più approfondita, l’idea è quella poi di arrivare a scavarne la psiche dove vi è soprattutto l’esaltazione della bellezza unita a una moderna concezione di comunicazione artistica. Infatti nei suoi lavori possiamo osservare personaggi reali o di fantasia che ci proiettano in un mondo leggendario guidato da un impulso agonico ricco di variabili timbriche e tonali. Le sue tele sono esempi di come l’artista tratti i soggetti da lei scelti non solamente come entità in sé, ma come veri e propri luoghi dove esistono altre dimensioni della mente e dove l’occhio può spaziare. Le tecniche utilizzate sono l’olio e acrilico su tela attraverso una continua sperimentazione che da sempre caratterizza il suo operato. L’intimità creatasi tra l’artista e i suoi lavori si manifesta nell’impressionante qualità dei dipinti ed al loro impressionante realismo. Una vertigine di meraviglia sulle orme di una ispirata sorpresa per le sue immagini generative ed eleganti ci conduce in un mondo in cui Silvia Perrone mette in scena tutta la sua capacità di sbalordirci.

Antonio Castellana
Critico d’Arte